Stefan Brüggemann M
Solo Reversed Inverted 1/9 Unosunove Arte Contemporanea — Rome Italy 2010
Photo Gallery

Reversed Inverted Reversed Inverted Reversed Inverted Reversed Inverted Reversed Inverted Reversed Inverted Reversed Inverted Reversed Inverted

Press Release

La galleria 1/9 unosunove arte contemporanea è lieta di annunciare la prima mostra personale in Italia dell’artista messicano Stefan Brüggemann (1975, Città del Messico).

Stefan Brüggemann lavora con la parola, con il linguaggio e possiede un modo tutto personale di confrontarsi con il testo, in cui combina un approccio di tipo formale e concettuale con un atteggiamento critico, a tratti brutale. Il proposito dell’artista è tanto paradossale quanto provocatorio nella maniera in cui gioca con i codici artistici fino ad arrivare addirittura ad annullarli.

Sette specchi rivolti verso la parete affermano il rifiuto della loro funzione primaria. Nulla può essere riflesso in essi. Nessuna immagine. Nessuna idea. Viene così negata la relazione tra arte e realtà, tra arte e spettatore. Lo specchio inoltre mostra la simultaneità tra opera e spettatore, tra il valore attuale e la consapevolezza della propria presenza del mondo, che qui Stefan Brüggemann sembra svuotare: FROM ANYTHING TO ANYTHING IN NO TIME, egli scrive sulla parete della galleria.

La posizione nichilista si manifesta in modo spesso seducente, intrappolando lo spettatore nella propria cultura artistica. In questo senso egli descrive la sua prassi come “distorto pop concettuale”, associazione completamente paradossale. Il lavoro e la ricerca di Stefan Brüggemann perseguono questo obiettivo incessantemente per permettere a noi stessi di poterci confrontare con la condizione del mondo e della nostra esistenza, quasi come una sorta di indagine sociologica. L’originalità di questo approccio deriva proprio dalla combinazione di tradizionali strategie concettuali con una sensibilità pop.

Stefan Brüggemann vive e lavora tra Londra e Città del Messico. Tra le più recenti mostre personali ricordiamo: Headlines & Last Line, Yvon Lambert, New York (2010); Show Titles (Audio), Kunsthalle Lissabon, Lisbon, Portugal (2010). Recenti mostre collettive includono: Where do we go from here, selections from La Collecion Jumex, Bass Museum, Miami, USA (2009); Locus Solus, Yvon Lambert, Paris, France (2009); Making of art, the art world and its players, curated by Martina Weinhart, Schirn Kunsthalle, Frankfurt, Germany (cat.)